Evangelicamente

Prepara il tuo cuore per Cristo

Avvento 2016. Giorno 2

Come potete credere, voi che prendete gloria gli uni dagli altri e non cercate la gloria che viene da Dio solo?
Giovanni 5:44

 

Il titolo di questo secondo step nel cammino verso questo originale “Avvento per credenti” è una sfida, diciamocelo serenamente, all’armonia del Natale.

Un mondo evanescente che si illude di poter riscaldare il cuore – almeno così si dice – con l’atmosfera, le armonie e tutti gli altri pezzi della “liturgia consumistica” del periodo, si mostra alla ricerca di qualcosa che, per un tempo limitato, gli possa riscaldare il cuore. E fin dai più piccoli, insegna una falsa dottrina e indica una strada che merita di essere lasciata.

Ma il nostro Avvento è diretto alle di Gesù: l’unica cosa che ci riscalda il cuore.

Gesù non lascia scampo: “non cercate la gloria che viene da Dio” ma sarà necessario analizzare le poche parole che precedono questa denuncia: “Come potete credere” e “voi che prendete gloria gli uni dagli altri”.

 

“Come potete credere” è il primo passaggio. Se ci limitiamo alle lucine colorate, alla festa e all’atmosfera dimostriamo di essere “non credenti”. E’ vero, qualcuno dirà che lucine, la festa e le atmosfere non fanno parte della sua vita, ma al tempo stesso ci dobbiamo chiedere se c’è qualche altra esteriorità che ha preso il posto di credere. Un tempo di analisi necessario per ogni cuore. Un tempo di preparazione.

Non possiamo credere se nella nostra vita abbiamo esteriorità, così come non possiamo credere se il nostro cuore non è pronto per ricevere Cristo.

Lo evidenzio, non abbiamo nessun bisogno di attendere l’Avvento o il periodo di Natale, ma se consideriamo questo periodo come un’occasione in cui i perduti sono sensibili all’argomento Gesù, è giusto controllare prima la nostra posizione. E verificare se siamo pronti ad accogliere Gesù non il 25 dicembre, ma tutti i giorni, come Colui che Egli è. Con un cuore netto e pronto a servire. Con un cuore compunto e convinto di partecipare alla sua missione “cercare e salvare”.

Siamo pronti a testimoniare, con la nostra esperienza reale di vita, che questa falsa idea di Avvento non potrà darci nulla di migliore di quanto non ci assicuri una reale esperienza con Gesù?

Jonh Piper scrive: “Non c’è nulla che ci possa Natale in quest’anno che soddisfi le vostre esigenze e le vostre aspirazioni rispetto alla consolazione ricevuta da Israele e la redenzione da Gerusalemme: il ripristino delle perdite del passato e la liberazione dai nemici futuri; il perdono e la libertà; il perdono e il potere; la guarigione del passato e la tenuta del futuro”.

Per dirlo agli altri dobbiamo essere sicuri che il nostro cuore sia pronto a ricevere Gesù Cristo interamente.

Cristo è perdono, redenzione, sostegno, guida, benedizione, aiuto, consiglio.

Hai un cuore libero da futili esteriorità per poterlo ricevere per poi condividerlo con gli altri? Sia questa la nostra richiesta!

 

“voi che prendete gloria gli uni dagli altri” ed ecco il motivo per cui, spesso, il nostro cuore non è pronto a ricevere Cristo: è’ occupato da altro

E qui, in un periodo di festa, siamo chiamati a prendere il piccone e demolire ciò che ostacola la porta di accesso del cuore.

La gloria degli uomini, la fiducia in se stessi, le sfide che quotidianamente ci vengono poste, le illusioni di filosofie o di ragionamenti carnali e terreni devono smettere di affollare l’ingresso. La posizione che abbiamo raggiunto, la vita agiata che in molti condividiamo, il disincanto di un conto in banca o di un benessere evidente. Sì, spesso queste sono benedizioni divine, ma c’è il rischio che diventino esteriorità e occupino l’ingresso. E, come è logico, se l’ingresso è occupato l’invitato non può entrare.

Non crediamo perché “prendiamo gloria gli uni dagli altri”. E allora via anche gli orgogli, i paragoni, i giudizi, le classifiche mentali, le classi sociali: “Dio non ha riguardi personali”. Anzi, resiste ai superbi ma fa grazia agli umili.

 

“non cercate la gloria che viene da Dio” ecco la chiave del successo e l’errore principale che possiamo commettere: effettuare una ricerca sbagliata.
Quando il nostro cuore è pronto per ricevere Cristo, ce ne accorgiamo. Smettiamo di seguire glorie effimere e iniziamo a considerare quale sia la Gloria che viene da Dio. E di questo ne siamo certi, non abbiamo altra Gloria se non quella che è di Gesù.

Prepariamo il nostro cuore per ricevere Cristo così da poter essere efficaci e mostrare ad un mondo che cerca invano quali siano i benefici di accettare Cristo nella propria vita come personale Salvatore. Affidargli i propri peccati per ricevere perdono. I propri fallimenti per essere curati, la proprie malattie per essere guariti, i propri progetti per essere benedetti

Gesù non ha smesso di cercare chi era perduto. La sua missione continua affinché… tutti giungano alla salvezza!

 

 

Liberamente ispirato da “The Dawning of Indestructible Joy contains 25 daily devotional readings (December 1 – 25) for Advent by John Piper. We’ve partnered with Crossway to make the ebook files available for free. http://www.desiringgod.org/advent